Un mercato profittevole che richiede specializzazione

Il mercato italiano presenta margini di crescita interessanti. I bassi tassi di interesse di questi anni ne hanno favorito una stabile crescita, ma risulta ancora oggi meno maturo rispetto ad altri Paesi europei dove la penetrazione del credito al consumo è superiore. 

La ristrutturazione delle banche retail italiane e la chiusura di numerosi sportelli, da un lato diminuiscono le opportunità di partnership distributive, dall’altra aprono nuovi spazi per gli operatori specializzati, che possono rafforzare la propria presenza territoriale diretta.

 

Le linee guida strategiche 2019-2023

Nei prossimi anni, grazie alle nostre caratteristiche distintive, sfrutteremo ogni opportunità derivante dal cambiamento nelle abitudini dei consumatori e dai trend di settore. Continueremo a crescere a livello di volumi e ricavi, mantenendo sotto controllo il profilo di rischio del nostro portafoglio.

Le realizzazioni del triennio 2016-2019
Nell’arco del piano industriale 2016-2019, abbiamo:

  • confermato la nostra leadership in Italia;
  • rafforzato la rete distributiva con 35 nuove aperture (di cui 27 agenzie), avviando anche il canale digitale;
  • confermato l’orientamento prioritario al valore, con una crescita dei ricavi e soprattutto un forte aumento della redditività. Nell’arco del piano il ROAC è passato dal 17% al 30%. 

La missione al 2023: cogliere le nuove opportunità crescendo e innovando
Consolidando il posizionamento esistente e sfruttando le opportunità derivanti sia dai cambiamenti nelle abitudini di consumo che dal potenziale tecnologico, Compass continuerà a percorrere una traiettoria di crescita stabile nel lungo periodo.

Potenziamento della distribuzione diretta
Lo sviluppo di canali distributivi diretti, fisici e digitali, continuerà a rappresentare una priorità nei prossimi anni. Affidare la distribuzione a terzi è infatti sempre meno conveniente e incerto, per via della diminuzione del numero di filiali tradizionali e della concentrazione in atto nel settore bancario. In questo contesto, i canali diretti si confermano più stabili e sostenibili nel lungo termine, garanzia di maggiore redditività e di un’assunzione di rischi più controllata. 

Il nostro progetto fa perno su: 

  • le filiali di proprietà, cruciali per la crescita del business poiché il valore che generano con le erogazioni è circa doppio rispetto a quello ottenuto con canali terzi;
  • le agenzie a marchio Compass, per il cliente uguali a una filiale di proprietà, ma gestite da un agente che consente di mantenere una struttura costi flessibile. Le nostre agenzie hanno una produttività elevata, margini e costo del rischio sostanzialmente in linea con le filiali. Siamo inoltre orgogliosi di poter spesso affidare queste agenzie a dipendenti desiderosi di cimentarsi in un percorso di tipo imprenditoriale che rappresenta per il dipendente un’evoluzione di carriera, e per noi la possibilità di avvalerci di agenti di comprovata fiducia;
  • il lancio di una rete di 80 agenzie a marchio Compass Quinto, specializzate nella cessione del quinto dello stipendio;
  • il canale web.

Stiamo anche spingendo sull’integrazione online e offline, per favorire la collaborazione tra i diversi canali nell’assistenza ai clienti.

Rafforzamento della rete distributiva diretta

Le abitudini dei consumatori si stanno trasformando, dalla crescita dell’e-commerce alla tendenza a sostituire l’acquisto con l’affitto. Nell’arco del piano, Compass svilupperà nuovi canali distributivi e nuovi prodotti, anche in partnership, con l’obiettivo di raggiungere nuovi clienti e rivenditori. 

Prodotti innovativi:

  • carta “closed-loop”: carta revolving disegnata da Compass con il circuito Mastercard, è spendibile in logica privativa solo sui POS di uno specifico esercente. Sviluppata con i grandi distributori, favorisce la fidelizzazione del cliente;
  • Compass rent: servizio innovativo di noleggio auto a lungo termine. 

Prestito personale online:

  • stiamo affinando il progetto “instant lending” per ridurre al massimo a un’ora il “time-to-yes”.

Credito istantaneo e finanziamenti per l’e-commerce: 

  • partnership con i principali operatori di e-commerce per offrire soluzioni di finanziamento;
  • nuove App per la distribuzione di credito istantaneo gratuito ai clienti, da utilizzare per gli acquisti presso negozi partner;
  • piattaforma all’avanguardia, integrata nelle casse/checkout dei siti dei rivenditori, per offrire soluzioni di finanziamento rateale.


Gli obiettivi finanziari del piano 2019-2023

A orizzonte 2023 prevediamo:

  • un erogato in crescita (CAGR) del 2% a circa 8 miliardi di euro, con un consistente aumento dei prestiti personali dal canale diretto, la cui quota salirà al 67% nel 2023;
  • ricavi in crescita (CAGR) del 3% a oltre 1,1 miliardi di euro;
  • impieghi in crescita (CAGR) del 2% a oltre 14 miliardi di euro;
  • una redditività stabilmente elevata, con un ROAC dell’ordine del 28-30%.

Per approfondire

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.