Presidente: Elisabetta Magistretti*

Componenti:
Maurizio Carfagna
Angela Gamba
Valérie Hortefeux
Vittorio Pignatti-Morano

* Iscritta al Registro dei Revisori

Il Comitato è composto da cinque Consiglieri, non esecutivi, tutti indipendenti ai sensi dell'art. 19 dello Statuto e del TUF. Il presidente del comitato è in possesso di adeguata esperienza in materia contabile e finanziaria. Uno dei membri del comitato è stato eletto sulla lista di minoranza.

Principali compiti

Il Comitato Rischi svolge funzioni di monitoraggio, istruzione e supporto al Consiglio di Amministrazione riguardo al controllo interno, la gestione dei rischi e l’assetto informativo contabile.

Riguardo al controllo interno, il comitato:

  • esprime un parere non vincolante sulla nomina e la revoca dei soggetti preposti al controllo interno e all’attività di compliance, sulle loro retribuzioni, sulla loro autonomia e sui mezzi assicurati per l’esercizio delle loro funzioni;
  • verifica l’adeguatezza delle strutture e delle procedure di controllo interno e anche dei flussi informativi;
  • esamina il piano di lavoro del preposto al controllo interno e, almeno una volta ogni sei mesi, la relazione sull’attività svolta.

Riguardo alla gestione dei rischi, il comitato:

  • svolge funzioni di monitoraggio, istruzione, supporto al Consiglio di Amministrazione per il controllo delle politiche di gestione del rischio, verificandone la conformità alla normativa e ai regolamenti applicabili (“compliance”) e la coerenza con gli indirizzi strategici;
  • verifica periodicamente la funzionalità e l’efficienza del sistema e delle procedure di controllo e presidio dei rischi, riferendo al Consiglio di Amministrazione;
  • esamina il progetto di determinazione dell’adeguatezza, in termini attuali e prospettici, del capitale complessivo della banca a livello consolidato rispetto ai rischi rilevanti cui sono esposti la banca e il gruppo (ICAAP), riferendo al consiglio di amministrazione.

Riguardo all’assetto informativo contabile, il comitato:

  • valuta la conformità alla normativa delle determinazioni del preposto alla redazione dei documenti contabili, dei revisori e del Consiglio di Amministrazione in ordine al corretto utilizzo dei principi contabili e della loro omogeneità per la redazione del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato;
  • in genere svolge funzioni istruttorie per l’assunzione, da parte del Consiglio di Amministrazione, delle determinazioni sui documenti contabili di sua competenza.

Alle riunioni partecipa il Collegio Sindacale, con cui il Comitato scambia le informazioni e si coordina, e sono invitati l’Amministratore Delegato e il Direttore Generale. Partecipano inoltre il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e i responsabili delle funzioni di controllo.

Infine, il Comitato Rischi svolge attualmente anche la funzione di Comitato Parti Correlate, con il compito di:

  • esprimere parere vincolante sull’adozione e su eventuali modifiche della procedura parti correlate;
  • esprimere motivato parere sull’interesse della banca al compimento delle operazioni con parti correlate.

Riunioni e attività

Il comitato si è riunito 11 volte nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2019 e 10 volte come Comitato Parti Correlate. La partecipazione media al Comitato Rischi è stata del 91% e del 77% come Comitato Parti Correlate.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.